SCULTURE SULL'ACQUA: DOPO VENEZIA, ANCHE LONDRA
SCULTURE SULL'ACQUA: DOPO VENEZIA, ANCHE LONDRA

Londra, 24 ago. (Adnkronos/Dpa) - Dalla Biennale di Venezia al cuore di Londra: le ''sculture galleggianti'' approdano oltremanica, per dar vita ad una mostra d'arte permanente sulle acque del Tamigi. Nella capitale britannica, il ''Royal college of art'' ha infatti presentato oggi il progetto di un parco fluttuante in cui 14 sculture permanenti verranno esposte su boe galleggianti, vere e proprie ''pietre miliari'' (da cui il nome ''Waymarks'' dato al parco fluviale dai suoi ideatori Glynn Williams e Max Couper) quasi a scandire la particolare passeggiata sull'acqua che verra' offerta ai londinesi sul Tamigi, dal Battersea Park fino al Tower Bridge.

Le sculture natanti saranno ''ancorate'' a 18 metri di distanza dagli argini del Tamigi, fuori dalle frequentatissime vie di navigazione fluviale. Gli autori del progetto stimano di iniziare le installazioni nel 1997 e di completare il parco - il cui costo stimato si aggira intorno ai quattro milioni e mezzo di dollari (oltre sette miliardi di lire) che il Royal college spera di recuperare da fondi della citta' di Londra e da sponsor privati - in tempo per celebrare il nuovo millennio.

(Red/Gs/Adnkronos)