INFARTO: NUOVO FARMACO PER PREVENIRLO
INFARTO: NUOVO FARMACO PER PREVENIRLO

Amsterdam, 24 ago. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Il rischio di infarto del miocardio si riduce del 68 per cento in pazienti con dolore toracico trattati con dalteparina sodica, eparina a basso peso molecolare sviluppata da Pharmacia.

Questo e' il risultato inziale dello Studio FRISC presentato per la prima volta al 17/mo Congresso della Societa' Europea di Cardiologia. Condotto in 23 ospedali svedesi, il FRISC ha interessato 1.506 pazienti ospedalizzati con dolore toracico e angina instabile (cioe' sintomi ingravescenti di angina pectoris o infarto miocardico senza onda Q).

Questi pazienti rappresentano circa il 40 per cento dei ricoveri nelle unita' coronariche ed hanno un maggiore rischio di infarto in ospedale. Nei mesi successivi al ricovero piu' del 10 per cento di questi pazienti trattati in terapia intensiva o sottoposti ad angioplastica hanno reinfarti.

Ad un gruppo sono state praticate iniezioni sottocutanee di questa eparina due volte al giorno all'altro placebo in aggiunta al trattamento standard con aspirina, beta bloccanti e nitrati. Durante i primi sei giorni, i decessi o nuovi infarti cardiaci hanno subito una riduzione fino all'1,8 per cento nei pazienti trattati con il farmaco contro il 4,7 per cento del gruppo placebo. In aggiunta episodi severi di angina sono stati ridotti nel gruppo trattato con l'eparina.

Al ritorno a casa i due gruppi di pazienti si sono autosomministrati il prodotto o il placebo una volta al giorno per cinque settimane. L'iniziale riduzione della morbidita' e mortalita' e' stata mantenuta e dopo cinque mesi, al termine del follow-up, i pazienti trattati con il nuovo prodotto hanno avuto pochi episodi di infarto o sintomi di angina severa. Questi benefici a lungo termine sono stati particolarmente evidenti nei non fumatori.

(Ria/As/Adnkronos)