VITA SULLA TERRA: ARRIVA DALLE COMETE, NUOVE PROVE (3)
VITA SULLA TERRA: ARRIVA DALLE COMETE, NUOVE PROVE (3)

(Adnkronos) - Ma ecco la ricetta di Greenberg per la creazione di materiale organico nel cosmo: dalle piccole particelle silicate sparate fuori dalle stelle fredde che a temperature bassissime formano un nucleo intorno al quale si forma una in cui si trovano molecole di acqua, ammoniaca, metano, metanolo (un processo riprodotto in laboratorio). Con la radiazione ultravioletta (sia in laboratorio che in orbita, visto che i processi sembrano coincidere) si ottengono molecole organiche. Il processo viene ripetuto infinite volte, fino a che i granuli non vengono conumati nel processo di formazione stellare o divengono parte di una cometa. ''Il nostro composto e' il piu' simile a quello interstellare di qualsiasi altro che sia stato fino a ora proposto''.

E poi perche' le comete sono state individuate come i vettori ideali per portare sulla terra le prime molecole organiche? ''Perche' - spiega Greenberg - anche se il sistema solare passa attraverso le nubi interstellari, composte al 20 per cento dal materia organica complessa, la quantita' che riesce a depositarsi sulla terra e' molto bassa. Mentre una cometa, ne contiene al suo interno una enorme quantita' (la cometa Halley, per esempio, porta con se' il dieci per cento di tutta la biomaasse presente attualmente sulla terra) che deposita localmente sul nostro pianeta, collidendovi. Rendendo le possibilita' di innescare il processo che dalle molecole organiche ha portato alla vita molto piu' alta''.

''E poi, se accettiamo che le molecole prebiotiche provvengono dalla polvere interstellare, e abbiamo buone ragioni per pensarlo, la cometa preserva la polvere interstellare. Le cometa che vediamo oggi sono esattamente le stesse di quando si sono formate 4,5 miliardi di anni fa, solo forse modificate un poco nella superficie''. (Segue)

(Sip/As/Adnkronos)