AFFITTI INPS: RESSA NELLA STANZA 22
AFFITTI INPS: RESSA NELLA STANZA 22
COME AVVIENE LA CACCIA AL TABULATO

Roma, 26 ago. (Adnkronos) - Non piu' di 20 metri quadrati, due tavoli, uno dei quali a disposizione del funzionario che annota i nomi dei giornalisti e delle relative testate, due divani che si fronteggiano, un armadio e migliaia di fogli e tabulati sparsi ovunque. E' la stanza 22 della direzione generale per la previdenza del ministero del Lavoro, la stanza dove e' possibile prendere visione degli ormai fatidici tabulati degli affitti piu' o meno d'oro.

Un'eco di kafkiana memoria, accentuata da oltre trenta giornalisti: in piedi, seduti sulle sedie, sui divani o addirittura per terra. Tutti, gli uni sugli altri, block-notes in mano, a cercare di sbirciare sopra le spalle dei piu' fortunati: quelli che sono riusciti a carpire qualche tabulato.

Una certosina e complessa ricerca di affittuari eccellenti, resa difficile sia dalla poverta' delle copie a disposizione, (al massimo due e spesso diverse tra loro nei metodi di classificazione) sia dal criterio di catagolazione degli affitti basato sulla ubicazione degli immobili. E senza un piano di riferimento se non un ''tutto citta''. Il rischio di perdere il nome eccellente, nascosto magari sotto la sigla di una societa' o, al contrario, prendere, causa l'omonimia, una papera altrettanto eccellente e' altissimo. (segue)

(Stg/Gs/Adnkronos)