I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Roma. ''Siamo alla vigilia di ''decisioni importanti'', in un clima politico ''molto effervescente''. Il giudizio e' stato espresso dalla presidente della Camera, Irene Pivetti, presente al seminario di Cernobbio. Proseguono intanto le schermaglie all'interno dei due poli. Il Ppi e i democratici contestano le ipotesi di intesa tra Ulivo e Rifondazione comunista, mentre nel Polo delle liberta', le tesi del leader di An, Gianfranco Fini, (voto sulla finanziaria poi elezioni), sono respinte dal vicepresidente della Camera Della Valle, di Forza Italia. Prima di intervenire alla Festa nazionale dell'Unita', il leader del Pds, Massimo D'Alema, ha intanto affermato che la verifica tra le forze parlamentari sara' necessaria dopo la legge finanziaria.

Roma. Un giudizio fortemente negativo sull'accordo industriale e finanziario tra Gemina e Montedison e' stato espresso da Ottaviano Del Turco. ''Un film gia' visto - ha affermato in una dichiarazione l'esponente socialista - nell'editoria, nell'industria e nella politica. Da oggi in poi parlare di 'poteri forti' non sara' piu' un'ipocrisia. Il 'nuovo che avanza' sull'onda delle grandi inchieste giudiziarie, con le carcerazioni, con i suicidi e' quello che vediamo oggi: la Seconda Repubblica nasce cosi'''. ''Si comprende la felicita' di un uomo misurato come Sergio Cofferati per questa operazione. Il prossimo accordo aziendale con la Fiat - ha aggiunto Del Turco - avra' le caratteristiche di un vero e proprio accordo interconfederale, visto l'enorme numero di settori su cui l'azienda torinese ha esteso il proprio dominio''.

Roma. Alla presidente della Rai, Letizia Moratti, non piace l'ipotesi di riforma del sistema radiotelevisivo contenuta nel testo predisposto dal relatore, Giorgio Bogi, che prevede a regime dal 1^ gennaio 1998 un limite di due reti ''generaliste'' per la Tv pubblica e per quella privata. La Moratti ha invece insistito sulla necessita' di urgenti regole per colmare il ritardo tecnologico. (segue)

(Dis/Gs/Adnkronos)