I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Como. L'amministratore delegato della Fiat Cesare Romiti, a margine del convegno di Cernobbio, ha colto l'occasione per illustrare l'operazione Gemina-Montedison annunciata ieri. ''L'operazione nasce dal fatto che dopo che le banche avevano operato la risistemazione del gruppo Ferruzzi-Montedison, bisognava arrivare a un punto in cui le stesse banche non potevano rimanere azioniste di questo importante gruppo italiano e dovevano, evidentemente, trovare una soluzione per la loro posizione azionaria. Dal canto suo poi -ha aggiunto- l'azienda aveva bisogno di un azionista che potesse garantirgli l'attivita' e lo sviluppo futuro''. Le banche rimarranno marginalmente anche azioniste della nuova societa', mentre altri potranno disinvestire quello che avevano trasformato da crediti in azioni. D'altra parte -ha proseguito Romiti- per la Montedison, se non si fosse trovata una soluzione di questo tipo bisognava cercare o un compratore straniero, o andare alla disgregazione, alla vendita frazionata fra vari azionisti. Cosa certo non opportuna per gli interessi del Paese''.

Como. ''Su Montedison sta avendo successo un'operazione di recupero di competitivita' che due anni fa non era evidentemente scontata, mentre e' anche positivo il fatto che con questa operazione si dia un azionariato stabile al gruppo Ferfin. Questo il quadro in cui tutta l'operazione va vista tenendo conto che si era partiti da una situazione di emergenza grave''. E' il giudizio che l'amministratore delegato della Pirelli Marco Tronchetti Provera ha dato oggi a Cernobbio sull'operazione Gemina-Montedison.

Roma. L'operazione Gemina-Montedison per la concentrazione che e' destinata a determinare nel settore quotidiani andra' ad impegnare presto gli uffici del Garante per l'editoria. Giuseppe Santaniello ha confermato che in tempi brevissimi procedera' a tutti gli accertamenti e a tutte le verifiche necessarie. ''L'obiettivo -ha detto- sara' quello di vagliare la situazione determinatasi a seguito della creazione del nuovo gruppo, alla luce delle norme anticoncentrazione recate dalla legge sull'editoria. Se poi si rendera' necessario, dopo le verifiche, seguiranno gli interventi''.

Roma. Fausto Bertinotti ci riprova a tassare i Bot, ridurre l'orario di lavoro a 35 ore settimanali e aumentare il salario dei lavoratori dipendenti di due milioni all'anno: sono le tre proposte lanciate dal segretario di Rifondazione comunista. Elargire due milioni ai lavoratori dipendenti dovrebbe essere una ''specie di scala mobile una tantum per riaprire la strada alla reintroduzione della scala mobile vera e propria''. Bertinotti ripropone inoltre un'imposta patrimoniale e la tassazione dei Bot che dovrebbe colpire solo chi ne possiede dai 200 milioni in su.

Roma.Il segretario del Ppi, Gerardo Bianco, si dichiara nuovamente contrario alle elezioni anticipate. ''Invece di distrarsi continuamente dallo 'stop and go' delle elezioni, la politica deve tornare ad occuparsi seriamente dei problemi che 'costruiscono' la societa' in cui viviamo. Il Parlamento -ha aggiunto Bianco- deve essere messo in grado di fare leggi giuste quando servono e di esercitare la sua funzione di controllo. La democrazia non si garantisce con il voto continuo -ha concluso il leader dei popolari- percio' andiamo ripetendo di lasciar lavorare Governo e Parlamento, prima di andare alla verifica del consenso elettorale''.

Roma. Gli italiani sono il popolo piu' tassato del mondo e la colpa e' tutta dell'evasione fiscale. Secondo una recente stima, infatti, la pressione fiscale e parafiscale raggiungerebbe il 54,5 per cento del pil, il prodotto interno lordo. Il peso dell'evasione sarebbe del 15 per cento, pari a circa 250mila miliardi. (segue)

(Dis/Pn/Adnkronos)