I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Roma. Abolizione delle Preture, da sostituire con migliaia di giudici di pace con presenza nei principali quartieri delle citta', e delle Corti d'Appello. Giudice unico in tribunale, che diverrebbe cosi' il primo grado di giudizio, contro il quale si potrebbe ricorrere soltanto in Cassazione. Separazione delle carriere fra pubblici ministeri e magistrati giudicanti. Meritocrazia al posto degli automatismi nella carriera dei magistrati e rotazione frequente negli incarichi direttivi. Sono questi alcuni dei cardini per rivoluzionare il sistema giudiziario italiano proposti da Carlo Taormina, docente di procedura penale all'universita' ''La Sapienza'' di Roma e uno degli avvocati piu' noti del momento, difensore di Bettino Craxi e Antonio Gava, del generale Giuseppe Cerciello e di Vincenzo Muccioli.

Roma. Dal 'Compendio statistico 95', pubblicato dall'Istat, risulta che il calo demografico in Italia comincia a essere compensato dagli immigrati. Ma questo non e' il solo dato contenuto nel compendio. Il numero delle pensioni erogate nel nostro Paese ha superato quello degli occupati di circa 500mila unita'. E ancora: i vedovi sono poco piu' di quattro milioni, ma gli uomini sono in assoluta minoranza. E infine una curiosita': la statura media nazionale e' di 175 centimetri; i piu' alti sono i friulani con 177cm, i piu' bassi i sardi con 170cm.

Pechino. Ultimatum delle Organizzazioni non governative al governo cinese. Alla vigilia dell'inizio della IV Conferenza mondiale delle Nazioni Unite sulle donne, che iniziera' lunedi' 4 settembre, le Ong che partecipano al Forum sulle donne a Huairou, a 50 chilometri dalla capitale, hanno intimato alle autorita' cinesi di porre fine ai controlli troppo severi e alla censura delle delegate da parte degli agenti di polizia, minacciando altrimenti nuove proteste o adirittura il boicottaggio del Forum. (segue)

(Dis/Pn/Adnkronos)