I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Algeri. Un cittadino italiano, il 53enne Angelo Gavezzoli, sarebbe rimasto ucciso oggi in Algeria in un attentato di probabile matrice integralista nella citta' occidentale di Orano, dove Gavezzoli era impiegato presso una societa' tessile. La notizia e' stata diffusa dall'emittente britannica Bbc. E' di quattro morti e 83 feriti, invece, il bilancio di un'esplosione avvenuta nella regione di Blida, a sud di Algeri. Un autocarro e' esploso nei pressi di una panetteria, nel villaggio di Meftah: tra le vittime, un bambina di 9 anni e una ragazza di 19. L'esplosione ha anche provocato danni a numerosi negozi e case circostanti.

Il Cairo. Tre persone sono rimaste uccise nel sud dell'Egitto in due distinti agguati di presunta matrice islamica. Un commando ha aperto il fuoco nel mercato di Mallawi, nella provincia di Menia, 300 chilometri a sud del Cairo, uccidendo un contadino e un anziano, mentre nella stessa citta' un cristiano copto veniva assassinato in un'altra sparatoria.

Bonn. ''Il fatto che Slobodan Milosevic abbia deciso di parlare in nome dei serbo bosniaci rappresenta un progresso reale nel processo di pace nella ex Jugoslavia''. Lo ha dichiarato oggi nella capitale tedesca il mediatore americano Richard Holbrooke, secondo cui il mutato atteggiamento del governo di Belgrado ha aumentato le possibilita' di una soluzione politica del conflitto in Bosnia. Allo stesso tempo -ha avvertito il diplomatico americano- non si devono riporre troppe speranze nella conferenza di Ginevra del 7 settembre prossimo, quando al tavolo delle trattative siederanno i ministri degli Esteri di Croazia, Bosnia e Serbia-Montenegro.

Gaza. Le forze di sicurezza palestinesi hanno ucciso nella Striscia di Gaza un automobilista israeliano che aveva forzato un posto di controllo al confine tra i territori israeliani e palestinesi. Lo ha riferito la radio dell'Esercito israeliano, secondo cui l'uomo ha varcato a tutta velocita' il checkpoint israeliano di Erez e ha forzato tre posti di blocco palestinesi, prima di essere raggiunto dai colpi d'arma da fuoco sparati dalle forze di sicurezza palestinesi. L'autista e' il primo israeliano ad essere ucciso dalla polizia palestinese dalla concessione dell'autonomia alla Striscia di Gaza e a Gerico nel maggio dello scorso anno.

Pechino. Il noto dissidente cinese Liu Gang e' stato nuovamente arrestato dalle autorita' di Pechino. Si tratta del secondo arresto in meno di un mese di Liu Gang, il quale ha gia' scontato sei anni di carcere per aver partecipato al movimento democratico dell'89. La polizia della citta' di Liaoyuan, nella provincia nordorientale di Jilin, ha arrestato Liu ieri. Il dissidente, tornato a casa dopo essere stato convocato dalle autorita' locali, che volevano sapere perche' non si era presentato al posto di polizia da oltre una settimana, avrebbe trovato l'edificio circondato dagli agenti, che hanno filmato l'arresto alla presenza di una folla di circa 400 persone. (segue)

(Dis/Pe/Adnkronos)