ARMI: IL PENTAGONO PROGETTA ROBOT KILLER
ARMI: IL PENTAGONO PROGETTA ROBOT KILLER

Washington, 2 set. (Adnkronos) - Dopo le bombe 'intelligenti' e i missili teleguidati potrebbero arrivare i robot killer, capaci di intercettare con appositi sensori un cecchino nemico, inquadrarlo nel mirino e sparargli contro una raffica di proiettili con precisione millimetrica. Il progetto del robot killer e' allo studio del Pentagono che sta considerando anche la possibilita' di montare missili e cannoni azionabili a distanza su veicoli telecomandati.

''Dopo la fine del confronto con l'Urss - sottolinea Michael Toscano, uno degli esperti in robot militari del Pentagono - l'esercito americano si trova sempre piu' spesso a intervenire in zone densamente popolate contro nemici isolati che usano la tecnica dell'imboscata tipica della guerriglia. In queste condizioni l'impiego di cannoni e missili trasportati su mezzi guidati da robot ed azionati a distanza attraverso fibre ottiche e segnali radio diventa prezioso per non esporre a rischi inutili i nostri soldati''. Dello stesso parere anche Robert Finkelstein, presidente della ''Robotic Technology Incorporated'' e consulente del Pentagono.

Attualmente il Pentagono sta sperimentando l'impiego del veicolo teleguidato GECKO, un fuoristrada prodotto dalla Amdyne Corporation che dovrebbe essere impiegato in compiti di esplorazione e di identificazione di bersagli. GECKO puo essere controllato a distanza attraverso le normali radio in dotazione all'esercito ed ha una capacita' di carico che lo rende adatto al trasporto di cannoni di piccolo calibro.

(Stg/Gs/Adnkronos)