GERUSALEMME: QUARTIERE 'LAICO' SEPARATISTA PER PROTESTA
GERUSALEMME: QUARTIERE 'LAICO' SEPARATISTA PER PROTESTA

Gerusalemme, 2 set. (Adnkronos/Shn) - E' una vera e propria dichiarazione d'indipendenza: per protestare contro il sindaco di Gerusalemme, giudicato troppo vicino agli ebrei ultraortodossi, gli abitanti di Ramot, uno dei sobborghi piu' ''laici'' della citta', hanno deciso di chiedere la separazione del loro quartiere dalla ''capitale eterna dello stato di Israele''. La protesta e' iniziata nell'agosto scorso, quando Ehud Olmert delibero' di dare in gestione agli Haredim, gli ebrei ultraortodossi, quattro asili comunali e una scuola superiore situati nel quartiere. Immediatamente i ''laici'' di Ramot accusarono Olmert di avere ''rubato'' le loro scuole per compiacere la destra ultraortodossa che appoggia la coalizione di maggioranza nel consiglio comunale di Gerusalemme. ''Ci governeremo da soli -ha dichiarato il presidente del consiglio di quartiere di Ramot, Yehuda Yalon- siamo stanchi di prendere ordini da Olmert.''

Il sistema scolastico Haredi si basa sullo studio della Torah, del Talmud e di testi rabbinici, trascurando buona parte delle materie d'insegnamento obbligatorie nelle scuole pubbliche israeliane. Gli Haredim, che con il loro voto hanno contribuito alla vittoria della coalizione di destra alle comunali del '93, hanno organizzato negli ultimi mesi una serie di manifestazioni di protesta per chiedere il rispetto del Sabbath. In piu' di un'occasione le manifestazioni si sono concluse con il lancio di pietre contro le automobili che percorrevano il centro di Gerusalemme nel giorno che l'Antico Testamento consacra al riposo.

(Stg/Pe/Adnkronos)