SUDAN: ''GOVERNO IN ESILIO'' DI NIMEIRY
SUDAN: ''GOVERNO IN ESILIO'' DI NIMEIRY

Il Cairo, 2 set. -(Adnkronos/Dpa)- L'ex dittatore sudanese Gaafar Nimeiry (1969-84) annuncera' giovedi' prossimo la costituzione di un ''governo in esilio del Sudan'' in Egitto. L'agenzia di stampa egiziana Mena informa che Numeiry fara' l'annuncio durante una conferenza stampa che si terra' nella citta' di Ismailia, sul canale di Suez. ''Il governo in esilio -ha dichiarato l'agenzia citando Nimeiry- intende abbattere il regime'' militare islamico sudanese presieduto dal generale Omar Hassan Ahmed el Beshir ed egemonizzato dal Fronte nazionale islamico (Nif) di Hassan al Turabi e vuole ''rompere i legami tra il Sudan ed ogni forma di terrorismo''.

L'annuncio dal Cairo -da tempo in rotta con il governo di Khartoum, cui imputa tra l'altro di essere il mandante del fallito attentato contro il presidente egiziano Hosny Mubarak dello scorso 26 giugno ad Addis Abeba, Etiopia- e' giunto all'indomani della formale rottura dei rapporti tra l'Etiopia e il Sudan, accusato da Addis Abeba di non voler consegnare tre integralisti musulmani che gli etiopi ritengono coinvolti nell'attentato. Khartoum ha deplorato la decisione dell'Etiopia di ridurre a quattro diplomatici il personale all'ambasciata sudanese ad Addis Abeba e di chiudere la frontiera comune. Nimeiry, esule al Cairo dal suo rovesciamento 10 anni fa, e' sostenuto nei suoi sforzi, oltre che dal governo egiziano, anche da un gruppo di esuli sudanesi del Partito unionista democratico (Dup), rappresentativo della setta sufi tribale filoegiziana ''Khatmia''. (segue)

(Lun/Pn/Adnkronos)