VIETNAM: 50 ANNI FA L'INDIPENDENZA (2)
VIETNAM: 50 ANNI FA L'INDIPENDENZA (2)

(Adnkronos)- Ma i sentimenti antifrancesi rimasero fortissimi. Alla fine del secolo nacque un movimento nazionalista guidato da Phuan Boi Chau, che voleva restaurare la monarchia sotto il principe Cuong De, uno dei discendenti dell'imperatore Gia Long. Pur avendo ottenuto un sensibile appoggio dal Giappone e dalla Cina, il movimento entro' in declino dopo la Prima guerra mondiale e Chau concluse la sua vita agli arresti domiciliari ad Hue, dopo essere stato sequestrato da agenti francesi a Shanghai.

E' proprio dalla fine del primo conflitto mondiale che muove i primi passi Ho Chi Minh, o Zio Ho, come viene affettuosamente chiamato il padre del Vietnam Moderno. Gia' alla Conferenza di Pace di Versailles nel 1919, un vietnamita di 29 anni dall'aspetto delicato lesse una petizione per l'indipendenza del suo paese dal colonialismo francese, mettendo in evidente imbarazzo il governo di Parigi. Pur non sortendo alcun effetto, l'audace mossa risulto' essere per Nguyen Ai Quoc l'inizio di una lunga lotta che l'avrebbe reso famoso in tutto il mondo con il nome di Ho Chi Minh, ''Colui che Illumina''. Nel 1930, ancora in esilio, fondo' il Partito comunista indocinese. Tornato in Vietnam nel '41, Ho Chi Minh guido' la resistenza contro i giapponesi e fu allora che divenne Ho Chi Minh, il nome da battaglia destinato a renderlo famoso. Durante questo periodo guido' il partito comunista e fondo' un'alleanza, la Lega per l'indipendenza del Vietnam, meglio conosciuta come Viet Minh. (Segue)

(Neb/Pe/Adnkronos)