BOSNIA: L'AGNELLI SULLA ABORTITA MISSIONE A SARAJEVO (2)
BOSNIA: L'AGNELLI SULLA ABORTITA MISSIONE A SARAJEVO (2)

(Adnkronos) - ''L'occasione del mio viaggio -ha continuato il ministro- doveva anche consentirmi di annunciare alcune significative iniziative di cooperazione per la ricostruzione della Bosnia. Si tratta, in particolare, di un intervento connesso di assistenza medica e sociale del valore di 2,5 miliardi di lire e di restauro di edifici per un valore di 1,5 miliardi di lire, entrambi a favore di alcune migliaia di bambini sfollati da Srebrenica e da Zepa. A fianco di queste nuove iniziative, condotte in stretto coordinamento con la Croce Rossa italiana, di cui ho appena parlato con il commissario Garavaglia, continuiamo ad assicurare convogli umanitari dalla base di Spalato (ai tre convogli che hanno raggiunto Sarajevo negli ultimi dieci giorni se ne aggiungeranno altri due, per Sarajevo e per Bihac, carichi di 120 tonnellate di zucchero richieste dalle Autorita' bosniache). Per far fronte all'emergenza umanitaria dei cinquatamila serbi che si stanno dirigendo verso la zona di Banja Luka, abbiamo deciso oggi di intervenire, sostenendo l'azione della Croce Rossa internazionale con un contributo di un miliardo di lire. Infine, stiamo studiando la possibilita' di perforare una serie di pozzi nell'area di Sarajevo, per contribuire a risolvere il grave problema della carenza di acqua nella capitale bosniaca''.

(Com/Pe/Adnkronos)