EUROPA: DELORS, NON SCEGLIERE IL DECLINO
EUROPA: DELORS, NON SCEGLIERE IL DECLINO

Milano, 18 set. (AQdnkronos) - ''Il nostro vecchio continente deve scegliere la sopravvivenza e non il declino''. Lo ha affermato l'ex presidente dell'Unione europea Jacques Delors intervenendo a Milano al convegno dell'Aspen Institute. ''Infatti -ha proseguito- sta proprio qui la questione chiave, quella che da sempre alimenta la mia vita di militante europeo''.

''Forse qualcuno -ha aggiunto Delors- potra' sorridere della mia affermazione, ravvisarvi il segno di un pessimismo decisamente eccessivo. E comunque io me la pongo continuamente. Anche oggi l'Europa vuole si' o no, puo' o non puo' sfuggire al declino e innanzitutto al declino economico? Beninteso non si tratterebbe che di un declino relativo rispetto a vecchie e nuove potenze economiche. Ma un'evoluzione di questo genere si tradurrebbe nel mantenimento di una disoccupazione consistente e nella crescita delle disparita' sociali oltre che nella perdita di influenza all'esterno. Invece noi vogliamo un'Europa potente e nello stesso tempo generosa''.

''La ripresa economica non e' pero' una polizza casco che ci mette al sicuro dal declino. Niente affatto, essa non ci consentira' di evitare un'ampia riflessione sull'adeguamento del nostro modello europeo alle nuove sfide nate dalla mondializzazione e dalla globalizzazione. Una nuova rivoluzione industriale e' ormai in atto e provoca mutamenti rapidi delle tecnologie, dei posti di lavoro e delle competenze. Sono comparsi nuovi concorrenti, capaci di fare propri i progressi economici piu' avanzati. Tra dieci anni -ha concluso l'ex presidente della Ue- la parte che potenze asiatiche come Cina e India avranno nella ricchezza mondiale, sara' superiore a quella dell'Europa''.

(Dra/Pe/Adnkronos)