FARNESINA: SALLEO ALLA TAVOLA ROTONDA DI KISSINGER
FARNESINA: SALLEO ALLA TAVOLA ROTONDA DI KISSINGER

Roma, 18 set. (Adnkronos) - ''La stabilita' in questo scorcio di secolo e' essenzialmente legata a tre variabili: l'integrazione europea, la democrazia di mercato in Russia ed i rapporti con gli Stati Uniti''. Questa l'analisi del Segretario generale del ministero degli Affari Esteri, Ferdinando Salleo, intervenuto oggi a Palazzo Giustiniani alla tavola rotonda sulle relazioni internazionali presieduta dall'ex segretario di Stato americano Henry Kissinger, cui hanno partecipato anche Lord David Owen e Leo Tindemans, nell'ambito della Conferenza del Consiglio internazionale del museo della Televisione e della Radio di New York.

Riferendosi all'Unione Europea (Ue), Salleo ha detto che la ''conferenza intergovernativa che si inaugurera' sotto la presidenza italiana dovra' adeguare le istituzioni europee alle sfide che le attendono'', compresa quella di accogliere nella proprie fila nuovi Paesi che guardano all'Ue come ''la sponda principale del loro passaggio dal totalitarismo comunista alla democrazia''. Salleo ha sottolineato che l'Europa deve ''parlare con una sola voce ed essere in grado di intervenire senza paralizzanti veti incrociati. Dobbiamo superare -ha detto l'ambasciatore- le perniciose diatribe sulla presenza di questo o quel Paese europeo nel'uno o nell'altro foro e assicurare che l'Europa possa intervenire sulla scena internazionale con coerenza, continuita' ed unita' d'intenti''. Riguardo la Russia, Salleo ha posto l'accento sulla necessita' di favorirne il processo di democraticizzazione e l'integrazione nell'economia mondiale: ''la Russia non puo' essere lasciata dietro la porta al momento di prendere le decisioni che contano''.

(Red/Gs/Adnkronos)