PAPA: SCOPERTO ''COMPLOTTO'' IN GUATEMALA
PAPA: SCOPERTO ''COMPLOTTO'' IN GUATEMALA

Citta' del Guatemala, 18 set. (Adnkronos/Dpa)- Le autorita' del Guatemala hanno aperto un'inchiesta per appurare la veridicita' delle denunce relative ad un attentato contro Papa Giovanni Paolo II che dovrebbe avvenire il prossimo 5 febbraio durante la visita pastorale del Pontefice nel Paese centroamericano. Il quotidiano ''Siglo Veintiuno'' cita un cittadino guatemalteco di nome Otto Garrido che sostiene di avere ascoltato al cinema una conversazione tra una donna e tre uomini sulla preparazione ''di un attentato all'arrivo del Papa'' ad Esquipulas, citta' orientale situata alla frontiera con l'El Salvador e l'Honduras.

I ''cospiratori'' sorpresi al cinema di Coban, 200 chilometri a nord di Citta' del Guatemala, avrebbero progettato di costruire un tunnel ad Esquipulas, dove Giovanni Paolo II dovrebbe tenere una messa di chiusura delle celebrazioni per il quarto centenario dell'adorazione dell'immagine del Cristo Negro. Secondo Garrido, che ha anche informato del ''complotto'' i funzionari della Missione delle Nazioni Unite per il Guatemala (Minagua), gli aspiranti ''attentatori'' avrebbero anche parlato di esercitazioni al tiro contro sagome umane al poligono di Coban.

(Lun/Gs/Adnkronos)