SUDAN: ARRIVANO 10MILA ESPULSI DALLA LIBIA
SUDAN: ARRIVANO 10MILA ESPULSI DALLA LIBIA

Khartoum, 18 set. -(Adnkronos/Dpa)- Oltre 10mila emigrati sudanesi espulsi dalla Libia hanno fatto ritorno a Khartoum e dintorni nell'ultima settimana. Lo rende noto l'agenzia ufficiale sudanese ''Suna'', sottolineando che il controesodo in patria degli espulsi richiede cinque giorni di viaggio a tappe forzate tra il sole e la sabbia infuocata del deserto del Sahara. Khartoum si attende l'arrivo di altre migliaia di espulsi dalla Libia, Paese dove risiede oltre un milione di sudanesi. Il ministro degli Interni libico, Mohammed al Hijazi, ha reso noto che le forze di sicurezza della ''Jamahiriya'' (Stato delle masse) del colonnello Muhammar Gheddafi prevedono di espellere dalla Libia circa 600mila immigrati, perlopiu' sudanesi ed egiziani, ma anche circa 30mila palestinesi.

Le espulsioni, ufficialmente dettate da motivi economici -la Libia e' sottoposta da tre anni all'embargo economico delle Nazioni Unite- sono coincise con una recrudescenza a Bengasi e nelle regioni circostanti della provincia orientale della Cirenaica del conflitto tra il regime e l'opposizione islamica. All'inizio del mese una cinquantina di persone erano rimaste uccise a Bengasi negli scontri tra la polizia e gli integralisti, che secondo Tripoli verrebbero sostenuti dagli estremisti egiziani della ''Jamaa Islamiya'' e dal governo militare islamico di Khartoum.

(Lun/Zn/Adnkronos)