USA: POPKIN, CLINTON VINCERA' GRAZIE AI REPUBBLICANI (2)
USA: POPKIN, CLINTON VINCERA' GRAZIE AI REPUBBLICANI (2)

(Adnkronos) - ''Inoltre - continua Samuel Popkin, gia' consulente dello staff elettorale di Clinton alle scorse presidenziali - Clinton parte favorito nella campagna per le presidenziali, anche perche' sia Pete Wilson che Bob Dole, i candidati alla nomination repubblicana secondo me piu' quotati, non rappresentano tutti gli elettori del loro partito. Wilson, il governatore della California, non otterrebbe mai i voti della destra religiosa guidata da Buchanan e Robertson, che lo considera troppo ''laico''. Quanto a Dole, sarebbe un capo di governo ideale, ma non ha il carisma necessario a fare sognare la nazione, una qualita' necessaria per essere eletto presidente. In piu', ormai da tempo, Clinton si e' sposato alla destra del partito Democratico. Attualmente gli elettori indipendenti percepiscono Clinton come un uomo di centro. Comunque l'esito dello scontro per la presidenza sara' molto influenzato dalla capacita' dei repubblicani di recuperare la loro popolarita' nei prossimi due o tre mesi''.

''Questa sara' una campagna molto accesa e molto influenzata dai media - conclude Samuel Popkin - non a caso i politici cercano di apparire in televisione il piu' possibile. L'ultima trovata e' il 'book tour'': si scrive un libro, come hanno fatto Newt Gingricht e Colin Powell, si organizza un tour per presentarlo in tutte le grandi citta' ed ecco che tutti i media se ne occupano. Il politico viene invitato ai dibattiti televisivi e intervistato dalla stampa e, oltre ad incassare un mucchio di soldi, si fa pubblicita' gratuitamente, come sta accadendo per Colin Powell che in queste ultime settimane grazie al suo libro e' quasi diventato una star televisiva''.

(Stg/Gs/Adnkronos)