TEATRO: D'ADDIO, ''SUBITO UNA LEGGE'' (2)
TEATRO: D'ADDIO, ''SUBITO UNA LEGGE'' (2)
LA BOZZA QUADRO DEL COMITATO PROSA

(Adnkronos) - Partendo dai testi proposti (e qualcuno gia' presentato) da diversi gruppi di registi, attori, impresari, associazioni pubbliche e private, il comitato di Coordinamento per la Prosa ha messo a punto una bozza di legge quadro per il teatro. In essa si legge, fra l'altro, che ''lo Stato ravvisa nella diffusione della cultura teatrale un importante strumento di crescita civile e sociale della comunita' e di riaffermazione dell'identita' ed unita' culturale del Paese, ne promuove lo sviluppo nel rispetto della liberta' di creazione e ne tutela le diverse tradizioni''.

Il governo, tramite il dipartimento dello spettacolo, e' chiamato a promuovere e sostenere ''la drammaturgia contemporanea italiana e internazionale e le iniziative volte alla diffusione all'estero del teatro italiano; il collegamento delle attivita' teatrali con istituti di istruzione pubblica e privata di ogni ordine e grado e con le universita'; il collegamento delle attivita' teatrali di prosa con i diversi mezzi di comunicazione''.

Quanto poi al delicato capitolo degli incentivi e delle agevolazioni fiscali, si chiede ''la totale fiscalizzazione degli oneri sociali; la detassazione diretta degli oneri gravanti sul biglietto di accesso agli spettacoli teatrali nonche' la detassazione degli utili reinvestiti nella attivita' teatrale; il ricorso al credito agevolato''.

(Bon/As/Adnkronos)