NOBEL: QUELLO DELL'ECONOMIA ALL''EREDE' DI FRIEDMAN (2)
NOBEL: QUELLO DELL'ECONOMIA ALL''EREDE' DI FRIEDMAN (2)

(Adnkronos) - Lucas nasce a Yakima, nello Stato dello Washington, nel 1937, insegna economia politica dal 1970 al 1975 alla Carnegie-Mellon University per poi ottenere la cattedra nel 1975 presso l'Universita' di Chicago. E' proprio a Chicago, nella ''fucina'' dei monetaristi, sotto la guida del professor Milton Friedman, Nobel dell'economia del 1976, che Lucas raggiunge maggiore notorieta'. Pur riconoscendosi in un primo tempo nel monetarismo ''vecchia maniera'', con le proprie ricerche della fine anni settanta, va' affinando una maggiore precisione nell'impostazione teorica e metodologica, non senza un certo estremismo negli assunti di politica economica.

Assieme a Thomas J. Sargent e Neil Wallace, e' fra i principali esponenti della Scuola Neomonetarista, anche nota come Nuova Macroeconomia Classica. La stessa scuola viene soprannominata dai neokeynesiani quella dei ''Chicago boys'', i ragazzi di Chicago. Fra i suoi saggi piu' significativi, figurano il volume ''Studies in business cycle theory'' del 1981 e l'articolo (a quattro mani con Sargent) ''After keynesian macroeconomics'' del 1981 dove si contestano i principali assunti neokeynesiani e la valenza della ''curva di Phillips'' (l'esistenza di un rapporto di segno inverso fra disoccupazione ed inflazione). I concetti base di Lucas sono l'esistenza di un ''tasso naturale di disoccupazione'' insopprimibile e la permanenza del sistema in equilibrio, eccetto che per sporadiche fluttuazioni dovute alla carenza delle informazioni.

(Red/Zn/Adnkronos)