TG3: COLLABORATORI DISCRIMINATI - INTERROGAZIONE A GAMBINO
TG3: COLLABORATORI DISCRIMINATI - INTERROGAZIONE A GAMBINO
PRENDONO UN TERZO DEI COLLEGHI DEL TG1 E TG2

Roma, 10 ott. -(Adnkronos)- Perche' al Tg3 il collaboratore costa meno? Lo chiedono in un'interrogazione al ministro delle Poste Agostino Gambino i senatori Giovanni Campo e Francesco De Notaris del Gruppo Verdi-La Rete. La richiesta dei due senatori nasce dalla constatazione del fatto che la testata della terza rete e' l'unica a non aver ottenuto, per i collaboratori gia' professionisti, l'art. 1, trattamento che invece non e' stato rifiutato ai colleghi del Tg1 e di ''Tempo Reale'' che si trovavano nella stesse condizioni.

I collaboratori del Tg3 sono, infatti, 14, di cui 7 professionisti e a tutti e' stato concesso solo l'art.2. Premesso che ''la Rai utilizza questi collaboratori con presenza continuata, a tempo pieno, anche per piu' di 5 giorni a settimana'' e che ''opera discriminazioni tra giornalisti professionisti applicando per lo stesso lavoro contratti diversi a seconda delle testate giornalistiche di appartenenza'', Campo e de Notaris chiedono a Gambino ''quali siano i motivi di discriminazione nei confronti dei collaboratori del Tg3, costretti a fare un lavoro a tempo pieno con un art.2 del Cnlg e con stipendi equivalenti a un terzo di quelli delle altre testate'', ''cosa spinga la Rai ad applicare per lo stesso tipo di utilizzazione professionale termini contrattuali diversi in palese violazione del Cnlg'' e ''perche' nonostante le reiterate richieste dell'Usigrai e dei responsabili della testata, la Rai si ostini a discriminare i giornalisti professionisti collaboratori del Tg3''.

(Stg/Pn/Adnkronos)