TV: DI GIANNANTONIO A CECCHI PAONE, NON SONO UN CRONISTA ROSA (3)
TV: DI GIANNANTONIO A CECCHI PAONE, NON SONO UN CRONISTA ROSA (3)

(Adnkronos) - ''Io -prosegue- faccio un programma di due ore, nato con due obiettivi ben precisi: uno legato all'ascolto, l'altro legato al riposizionamento dell'immagine di Retequattro, che da rete prevalentemente femminile vuole conquistare un maggior peso specifico in credibilita' giornalistica. Nessuno puo' negare che questi due risultati sono stati raggiunti: il 13 per cento di share e' uno dei migliori risultati della rete, di grande soddisfazione commerciale; il risultato di immagine e' ancora piu' evidente perche' 'Giorno per Giorno' riesce a fare un milione e mezzo di telespettatori anche quando parla dell'ex manicomio dell'Aquila''.

''Ieri la rete ha deciso di mandare in onda un film, secondo l'abituale programmazione festiva: quel film ha fatto due punti in meno di quanto abbiamo fatto noi il giorno prima parlando di inseminazione artificiale e di disoccupazione. Quanto alle battute sulla Cnn non capisco l'ironia. 'Giorno per Gionro' e' il primo prodotto di Retequattro che ha quel tipo di riferimento: collegamenti con le news, interviste, inviati, ecc. Cerchiamo di fare informazione a tutto tondo, un programma completo come anche Di Giannantonio aveva annunciato di voler fare, per poi assestarsi prevalentemente su cronaca bianca a rosa''.

(Stg/As/Adnkronos)