TV: DI GIANNANTONIO A CECCHI PAONE, NON SONO UN CRONISTA ROSA
TV: DI GIANNANTONIO A CECCHI PAONE, NON SONO UN CRONISTA ROSA
''ITALIA SERA E' AL 24 P.C., DOV'E' LA TUA CNN ITALIANA?''

Roma, 2 nov. (Adnkronos) - ''Cecchi Paone dice di non essere in concorrenza con noi perche' facciamo un rotocalco rosa. Non sara' forse che il nostro 24 per cento di share pesa su chi aveva promesso di portare a Retequattro la Cnn italiana?'' Paolo Di Giannantonio scherza sulla concorrenza tracciando il bilancio del primo mese della nuova stagione di ''Italia Sera'', che ha abbondantemente superato i traguardi raggiunti lo scorso anno. Non e' andata giu' al giornalista del Tg1 un'intervista in cui Cecchi Paone lo definiva 'cronista rosa'.

''Nella stagione scorsa -spiega Di Giannantonio- siamo partiti da una media del 14 per cento e siamo arrivati al 19. Quest'anno il primo mese si assesta sul 22 per cento e non certo perche' facciamo il rotocalco rosa. Il nostro e' un prodotto potente e completo perche' e' frutto di un gioco di squadra, del Tg1 e delle sedi regionali. La concorrenza, che fa la meta' del nostro ascolto, predilige, invece, puntare tutto sulla popolarita' del conduttore, sul volto che si pensa possa garantire di per se' una buona fetta di pubblico''.

''Non ho niente da obiettare -aggiunge- Ognuno fa le sue scelte, ma quando leggo che Cecchi Paone dichiara di non sentirsi in concorrenza con noi perche' facciamo cronaca rosa, un pochino mi dispiace. Potrei dire che noi ci aspettavamo di concorrere con 'la Cnn italiana'. Ora e' passato un mese: dov'e' la Cnn italiana? Se e' quella che stiamo vedendo, forse la stiamo facendo anche noi e non ce ne siamo accorti''. (segue)

(Stg/Gs/Adnkronos)