BANCHE: DINI-ROMITI, ACCELERARE PRIVATIZZAZIONE
BANCHE: DINI-ROMITI, ACCELERARE PRIVATIZZAZIONE

Bologna, 4 nov. (Adnkronos) - ''L'ammodernamento del sistema finanziario non sara' completo senza una ampia privatizzazione della proprieta' delle banche''. A sottolinearlo e' stato il presidente del Consiglio e ministro del Tesoro ad interim, Lamberto Dini, al convegno sull'evoluzione del sistema finanziario promosso dalla Profingest a Bologna.

Dini ha spiegato: ''credo che nessuno abbia piu' dubbi sul fatto che la disciplina del mercato e' necessaria per contribuire all'efficienza e alla trasparenza della gestione delle banche''. ''Dal punto di vista istituzionale - ha aggiunto - il quadro e' chiaro: nel corso degli ultimi anni si e' progressivamente demolita l'impalcatura giuridica che, oltre a sottoporre l'attivita' bancaria a eccessivi vincoli di natura pubblicistica, configurava gran parte delle banche come enti pubblici, con finalita' extraeconomiche. Ma, nella sostanza -ha ammonito Dini- la proprieta' di molte banche rimane ancora pubblica: dunque, abbiamo percorso solo meta' del cammino''.

Dini ha quindi ricordato che il Tesoro e' gia' intervenuto con gli strumenti amministrativi di cui disponeva per indurre le fondazioni a dimettere gradualmente le originarie partecipazioni bancarie; e se piu' di questo non poteva farsi nell'ambito delle leggi vigenti, ''comincia ora a diffondersi la convinzione che dette leggi debbano essere riviste, al fine di trasformare gli enti proprietari e accelerare il processo di privatizzazione delle banche''. ''Condivido infine -ha spiegato Dini- e non escludo, che modifiche legislative siano necessarie''. (segue)

(Dac/Gs/Adnkronos)