DEUTSCHE BANK: DE CECCO, HA RAGIONE, MECCANICA IN AFFANNO
DEUTSCHE BANK: DE CECCO, HA RAGIONE, MECCANICA IN AFFANNO

Roma, 4 nov. -(Adnkronos)- La Deutsche Bank ha ragione: per l'economista Marcello De Cecco l'industria italiana ha perso ''l'ennesima occasione per mettere a frutto le opportunita' della svalutazione. E i tedeschi non hanno piu' molto da temere''. Secondo l'economista dell'Universita' 'La Sapienza', le conclusioni alle quali la banca tedesca e' giunta nell'analisi del settore meccanico, potrebbero essere estese a tutta l'industria italiana centrata sull'export. I produttori del 'Made in Italy' hanno risposto alla svalutazione con una strategia di breve periodo di ricostituzione degli utili, trascurando investimenti che nel lungo periodo avrebbero potuto mantenere ed incrementare le quote di mercato.

''Alla luce delle considerazioni della Deutsche Bank -spiega De Cecco- si capisce perche' adesso ci sia questo affannarsi a produrre il massimo possibile e non si trovino operai. Anche nel meccanico, la pupilla dell'industria italiana, siamo andati a ruota della domanda mondiale senza dimostrare alcuna capacita' di programmazione. Prima, quando non ci si attendeva la svalutazione e la domanda diminuiva, hanno puntato sul miglioramento qualitativo sacrificando linee di produzione''. (segue)

(Maz/Pn/Adnkronos)