IRAN: 500MILA FESTEGGIANO OCCUPAZIONE AMBASCIATA USA
IRAN: 500MILA FESTEGGIANO OCCUPAZIONE AMBASCIATA USA

Teheran, 4 nov (Adnkronos/Dpa/Xin)- Oltre cinquecentomila persone sono scese questo pomeriggio per le vie di Teheran per festeggiare il 16mo anniversario dell'occupazione della ambasciata americana da parte degli studenti iraniani, avvenuta il 4 novembre del 1979. Secondo l'agenzia di stampa iraniana ''Irna'', la manifestazione ''dimostra quanto sia vivo l'odio della nazione iraniana per gli Stati Uniti e la sua politica egemonica''. Durante la manifestazione, conclusasi davanti all'ex legazione americana, sono stati scanditi numerosi slogan contro gli Stati Uniti e sono state bruciate decine di bandiere a stelle e strisce. Tra le numerose effigi dell'Iman Ruhollah Khomeini risaltavano anche quelle del leader della Jihad Islamica Fathi Shikaki, ucciso il 26 ottobre a Malta e della cui esecuzione, oltre ai servizi segreti israeliani, la stampa iraniana accusa anche gli Stati Uniti.

Il 4 novembre del 1979, un gruppo di universitari autodefinitisi ''studenti seguaci dei dettami dell'Iman'' Khomeini, occuparono la sede dell'ambasciata americana a Teheran, prendendo in ostaggio 90 persone, tra cui 63 americani, per 444 giorni. Gli ostaggi vennero liberati il 20 gennaio del 1981, pochi minuti dopo l'entrata nell'Ufficio Ovale del neopresidente Ronald Reagan, in cambio dell'impegno americano a ''scongelare'' gli otto miliardi di dollari di beni iraniani depositati nelle banche americane.

(Neb/As/Adnkronos)