SRI LANKA: ESERCITO CONSOLIDA POSIZIONI
SRI LANKA: ESERCITO CONSOLIDA POSIZIONI

Colombo, 4 nov. (Adnkronos/Dpa/Shn)- L'esercito dello Sri Lanka sta consolidando le posizioni conquistate negli scontri dei giorni scorsi ai separatisti tamil nella parte settentrionale del Paese. I partiti politici tamil chiedono l'intervento della comunita' internazionale per una mediazione del conflitto e i separatisti dell'Ltte (Tigri per la liberazione del tamil eelam) hanno smantellato l'amministrazione civile nella propria raccaforte di Jaffna, secondo centro del Paese ormai ridotto ad una citta' fantasma a causa dell'esodo di mezzo milione di residenti. Questo e' il quadro del conflitto dopo 13 anni di guerra costati almeno 37 mila morti tra tra l'esercito del governo cingalese di Colombo e l'Ltte, in lotta per l'indipendenza della minoranza tamil induista.

Un ex membro tamil del Parlamento di Colombo, Suresh Premachandran, ha riferito che un gruppo di rappresentanti tamil e' stato inviato nelle diverse sedi diplomatiche di Colombo proprio per cercare un mediatore internazionale. Finora il governo dello Sri Lanka, dominato dalla maggioranza buddista cingalese, ha sempre respinto qualsiasi mediazione internazionale.

L'esercito si trova a soli quattro chilometri da Jaffna e i separatisti stanno trasferendo i propri organi governativi ed amministrativi a Thenmaratchi, a sud della citta'. Le ''tigri'' si ritirano quindi da quella che e' stata la loro base per circa cinque anni, per evitare di cadere nelle mani dell'esercito. (segue)

(Giz/As/Adnkronos)