TERRORISMO: STOCCOLMA LIBERA DENECHE
TERRORISMO: STOCCOLMA LIBERA DENECHE

Stoccolma, 4 nov. (Adnkronos/Shn)- Le autorita' svedesi hanno scarcerato l'integralista algerino Abdelkrim Deneche, 39 anni, fondatore di ''Al Ansar'' (Il seguace), organo in Europa dei Gruppi islamici armati (Gia) di cui le autorita' francesi avevano chiesto l'estradizione in connessione con gli attentati integralisti che da luglio hanno fatto otto morti e 200 feriti a Parigi e Lione. Il ministro della Giustizia di Stoccolma, la signora Laila Freivalds, ha reso noto che Deneche potra' tornare a vivere con la famiglia in Svezia, a patto di presentarsi tre volte la settimana presso la piu' vicina stazione di polizia, finche' le autorita' svedesi non ne disporranno l'espulsione. La Corte Suprema di Stoccolma aveva respinto due mesi fa la richiesta di estradizione di Parigi, avendo accertato che Deneche si trovava in Svezia al momento dell'attentato dello scorso 25 luglio contro la stazione della metropolitana parigina di Saint-Michel. Dato che la legge svedese vieta la deportazione in Paesi dove l'espulso e' passibile di essere vittima di persecuzioni politiche o di essere condannato a morte, e' altamente improbabile che Deneche possa finire in Francia o Algeria.

L'''affaire'' Deneche aveva provocato grave imbarazzo tra gli inquirenti francesi, che danno l'impressione di brancolare nel buio: ieri la polizia parigina aveva confermato di seguire ora una ''pista britannica'', nella persona di un algerino residente a Londra, Abou Feres, sospettato di essere un esponente di spicco dei (Gia). L'uomo sarebbe stato in contatto con Boualem Bensaid, un algerino di 27 anni arrestato mercoledi' a Parigi ed accusato dalla gendarmeria francese di essere uno degli autori degli attacchi terroristici e di avere avuto rapporti con il 24enne Khaled Kelkal, francese di origine algerina abbattuto dalla polizia il mese scorso nei pressi di Lione.

(Neb/Gs/Adnkronos)