SGARBI-MAIOLO: MORELLI (FDL), POLITICA PRECLUSA A MAGISTRATI
SGARBI-MAIOLO: MORELLI (FDL), POLITICA PRECLUSA A MAGISTRATI

Roma, 4 nov. (Adnkronos) - I magistrati ''non possono sindacare l'attivita' politica e il processo di formazione delle leggi''. Lo sottolinea Raffaello Morelli, segretario politico della Federazione dei Liberali, riferendosi agli avvisi di garanzia inviati a Tiziana Maiolo e a Vittorio Sgarbi per voto di scambio e associazione mafiosa.

''Il giudizio sulle scelte politiche dei parlamentari e del governo -osserva- puo' essere solo un giudizio politico e in uno Stato liberaldemocratico la politica e' preclusa ai magistrati. Il controllo politico spetta ai cittadini e solo a loro''. Per Morelli occorre sapere ''se davvero dietro l'accusa della procura antimafia ci siano altre cirocstanze specifiche oppure vi sia solo un pregiudizio corporativo: quello che i Pm non possono essere ne' attaccati ne' criticati. Nel primo caso e' urgente dissolvere una preoccupante nube di sospetti. Nel secondo e' urgente attivare le iniziative previste dalla legge per impedire che personaggi irresponsabili esercitino la loro funzione di magistrati al di fuori e contro il dettato costituzionale''.

(Red/As/Adnkronos)