SGARBI-MAIOLO: RODOTA', DEDUZIONI DEL PM SAREBBERO SCORRETTE
SGARBI-MAIOLO: RODOTA', DEDUZIONI DEL PM SAREBBERO SCORRETTE

Roma, 4 nov. (Adnkronos) - ''Preciso di non conoscere le carte della magistratura ma per quello che si e' potuto leggere sui giornali ritengo che non si possa dedurre dalle prese di posizione pubbliche di Sgarbi e Maiolo un loro presunto rapporto illecito con questo o con quello''. E' quanto ha affermato il giurista Stefano Rodota', che ha espresso perplessita' su possibili argomentazioni accusatorie non sorrette da riscontri oggettivi. ''Se la deduzione degli inquirenti - ha detto l'ex presidente del consiglio nazionale del Pds - fosse che un pentito racconta che c'e' stato un incontro con i due politici e poi si vanno a vedere i loro comportamenti in Parlamento per trarre conferma cio' sarebbe scorretto. Anche perche' va detto che Sgarbi e Maiolo non e' da oggi che vanno sostenendo posizioni ultragarantiste. Il discorso sarebbe ben diverso se le accuse di un pentito fossero suffragate da riscontri oggettivi precisi e dettagliati''.

(Pam/Pe/Adnkronos)