I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Palermo. C'e' anche un 'pentito' tra i quattro presunti killer del gruppo di ufoco del clan mafioso di Leoluca Bagarella arrestati negli ultimi due giorni. Le sue rivelazioni avrebbero contribuito tra l'altro anche alla scoperta di due depositi di esplosivo scoperti ieri a Palermo e oggi a Roma. Il nuovo 'pentito' e' Pietro Romeo, che avrebbe confessato di aver partecipato a numerosi omicidi, indicandone i moventi e i luoghi di sepoltura delle vittime.

Milano. La Dda e la squadra mobile milanese Milano hanno condotto in porto un'operazione contro il clan della 'ndrangheta di Di Giovine che ha portato all'emissione di 12 ordini di custodia cautelare. Tra gli arrestati un medico in servizio a San Vittore, Michele Piccolo, accusato di aver certificato la necessita' di un esame cardiovascolare in cambio di 15 mila dollari, per permettere a Emilio Di Giovine di andare all'ospedale Fatebenefratelli di Milano da cui poi evase il 21 giugno '91. Di Giovane pote' utilizzare anche tre telefoni cellulari per organizzare la sua fuga. L'indagine ha anche ricostruito i traffici del clan in materia di armi sofisticate, in particolare di trenta lanciagranate utilizzate per omicidi in Calabria nell'ambito di una guerra per il controllo del territorio.

Brescia. La Procura della Repubblica presso la pretura bresciana ha emesso cinque avvisi di garanzia, nell'ambito dell'inchiesta sul sangue infetto all'ospedale Civile della citta'. L'ipotesi di accusa e' di omicidio colposo plurimo. In giornata, saranno compiute le autopsie delle tre persone morte nei giorni scorsi nel nosocomio, una delle quali certamente infettata da un batterio presente in una sacca di sangue da trasfusione prodotta da una multinazionale giapponese.

Atene. I detenuti del carcere ateniese di massima sicurezza di ''Korydallos'' hanno posto fine questa notte alla rivolta che avevano scatenato martedi' in quella che e' la piu' grande struttura penitenziaria della Grecia. Anche gli ultimi sei funzionari carcerari presi in ostaggio sono stati rilasciati. Decisivo e' stato l'intervento del segretario generale del ministero di Giustizia, Jorgos Pawlas, che ha promesso ai rivoltosi di venire incontro alle loro richieste di migliori condizioni detentive, tutela degli ammalati di Aids e riduzione delle pene.

Pechino. Oltre cinquanta persone sono morte in seguito ad una collisione avvenuta tra un ferry e un cargo mentre navigavano sul fiume Yangtse, vicino alla citta' di Jiangjin, nella provincia cinese del Shichuan. L'incidente e' accaduto lunedi' ma il quotidiano cinese ''Zhunguo Qingninanbao'' lo ha reso noto solo oggi precisando che a bordo del ferry vi erano almeno cento persone, di cui solo 32 si sono salvate. Le autorita' non sono in grado di fornire il numero esatto delle vittime, perche' oltre ai 70 passeggeri muniti di regolare biglietto, piu' di 30 persone erano a bordo clandestinamente. (segue)

(Dis/Zn/Adnkronos)