I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Milano. La lira oggi ha lievemente recuperato le perdite incassate negli scambi di ieri. Secondo le rilevazioni indicative della Banca d'Italia, il dollaro e' passato di mano per 1587,91 lire contro 1592,29, mentre il marco tedesco e' stato quotato 1129,38 rispetto alle 1135,49 lire precedenti. Per quanto le altre valute, l'ecu e' stato cambiato a 2067,46 lire (2077,94), il franco francese a 327,44 (328,31), la sterlina a 2477,93 (2484,77).

Roma. ''La Nato non andra' in Bosnia per imporre una soluzione militare ma per garantire e attuare un accordo di pace''. Lo ha detto il ministro della Difesa, Corcione, alla commissione Difesa della Camera. Il ministro ha ribadito la disponibilita' italiana a partecipare al contingente di pace: si tratta di una brigata leggera di 2.100 uomini, per lo piu' provenienti dai bersaglieri della 'Garibaldi', integrata da paracadutisti, carabinieri e reparti blindati. Il costo dell'operazione sara' di circa venti miliardi al mese.

Milano. L'ex ministro di Grazia e Giustizia Alfredo Biondi e' stato ascoltato quest'oggi come testimone in un processo dedicato ad un risvolto della vicenda Banco Ambrosiano. Biondi fu infatti il difensore di Marco Ceruti, un imprenditore fiorentino accusato nel procedimento sul crack dell'istituto presieduto da Roberto Calvi di concorso in bancarotta e condannato in primo grado a 9 anni e 8 mesi. Il procedimento in corso ora, in pretura, riguarda cinque imputati accusati di favoreggiamento personale per aver tentato di documentare un affare che secondo gli inquirenti non e' mai avvenuto: l'acquisto di oggetti preziosi per una decina di miliardi che Ceruti avrebbe condotto per conto di Licio Gelli, con il denaro uscito dalle casse dell'Ambrosiano. (segue)

(Dis/Gs/Adnkronos)