RICERCA: 'GALILEO' DI TORINO ''SVENDE'' PER PAGARE STIPENDI
RICERCA: 'GALILEO' DI TORINO ''SVENDE'' PER PAGARE STIPENDI

Torino, 16 nov. (Adnkronos) - Tempi duri per la ricerca scientifica ed il rigore non risparmia neanche Torino, tradizionalmente ad alto livello nel settore. Un caso emblematico e' accaduto in citta' all'istituto elettronico Galileo Ferraris, noto anche perche' da' i segnali orari sul territorio nazionale. Qualche giorno fa l'istituto ha dovuto vendere, anzi svendere, uno strumento di ricerca, un mega alternatore, per garantire il pagamento degli stipendi al personale. La macchina e' stata acquistata per 250 milioni (ma nuova valeva tra i 5 e i 6 mld) da un istituto di ricerca americano. Eppure il Galileo, che dipende dal ministro per l'Universita' e la ricerca scientifica e tecnologica e' autofinanziato al 24 per cento contro una media nazionale del 4 per cento.

''I primi tagli per il Galileo sono arrivati dal marzo di quest'anno -spiega il presidente dell'istituto Sigfrido Leschiutta- e grazie alla finanziaria ne sono previsti di nuovi. In questo momento non abbiamo i soldi sufficienti per pagare gli stipendi al personale. E la risposta del ministero? Ci e' stato detto che siamo bravi e ce la caveremo anche questa volta'' riferisce laconicamente il professor Leschiutta.

(Bdp/Gs/Adnkronos)