POLONIA: KWASNIEWSKI LASCIA IL PARTITO
POLONIA: KWASNIEWSKI LASCIA IL PARTITO

Varsavia, 25 nov. -(Adnkronos/Dpa)- Il neopresidente di Polonia, il postcomunista Alexander Kwasniewski, ha rinunciato oggi alla propria militanza nel partito Socialdemocrazia della Repubblica di Polonia (Srp), e si e' cosi' dimesso dalla carica di presidente del partito. ''Come presidente eletto, al momento di assumere la responsabilita' per il destino di tutta la Polonia e di tutti i polacchi, rinuncio alle mie funzioni nella Srp e alla mia militanza'', ha detto oggi Kwasniewski in una riunione del Consiglio, il massimo organo del suo partito. Il nuovo presidente ha consegnato la tessera del Srp a Jozef Oleksy, l'attuale primo ministro e probabile successore di Kwasniewski alla guida del partito. Accomiatandosi dai compagni di partito, il successore di Lech Walesa, ha comunque chiarito che il suo cuore ''batte sempre a sinistra''.

In un'intervista pubblicata ieri, Kwasniewski aveva annunciato la sua intenzione di non iscriversi in futuro a nessun altro partito politico. La Srp e' nata nel 1990 dalla trasformazione del Partito operaio unificato polacco (Pzpr), il partito comunista che ha governato la Polonia del dopoguerra, ed e' componente dell'Unione della sinistra democratica (Sld), la forza che detiene la maggioranza in Parlamento e governa da due anni a Varsavia.

(Red/Zn/Adnkronos)