DI PIETRO: DICHIARAZIONE AVVOCATO DINOIA
DI PIETRO: DICHIARAZIONE AVVOCATO DINOIA

Milano, 4 dic. -(Adnkronos)- ''Constato con profondo disappunto che, avvicinandosi la chiusura delle indagini preliminari a Brescia, si stanno intensificando gli attacchi di una parte della stampa nei confronti del dottor Di Pietro. Questi attacchi, che enfatizzano fatti assolutamente non rispondenti al vero, mi costringono nuovamente ad uscire, almeno parzialmente, dal riserbo che mi sono sempre imposto. Lo dichiara, in una nota, il legale di Di Pietro, Massimo Dinoia.

''Devo quindi rendere noto che non e' affatto vero - come si legge sulla prima pagina de Il Giornale di oggi - che il dottor Di Pietro abbia chiesto di astenersi nel procedimento contro Gaspari 'solo dopo aver ottenuto la consulenza informatica'. Le date dimostrano, infatti, l'esatto contrario: il dottor Di Pietro, che era coassegnatario del procedimento insieme al dottor Davigo, ha chiesto formalmente di astenersi il 3 novembre 1989, mentre il decreto interministeriale di nomina (peraltro mai divenuto esecutivo) porta la data del 19 gennaio 1990. Per quanto riguarda poi, la asserita 'protezione' del Psi al dottore Di Pietro, la circostanza si commenta da se': l'opinione pubblica e' certamente in grado di darne una valutazione compiuta e lapidaria''.

(Mil/Lr/Adnkronos)