IMPOTENZA: L'IDENTIKIT DEL MASCHIO '95
IMPOTENZA: L'IDENTIKIT DEL MASCHIO '95
20 ANNI DEL CENTRO DI ANDROLOGIA A PISA

Pisa, 4 dic. (Adnkronos) - Ha 50 anni, impiegato o operaio e coniugato. Abusa di alcool e fumo. Va dall'andrologo con sua moglie. E' questo l'identikit dell'uomo con problemi di impotenza nel 1995, come risulta dall'archivio di 18.200 pazienti che dal 1975 si sono recati al Centro di Andrologia dell'universita' di Pisa, diretto dal professor Fabrizio Menchini Fabris. I dati sono stati diffusi in occasione del ventennale della fondazione del Centro che verra' celebrato giovedi' prossimo a Pisa.

''Dal 1975 ad oggi abbiamo effettuato 72 mila 800 visite - ha spiegato Menchini Fabris - dalle quali abbiamo compreso l'evoluzione dell'informazione sui problemi maschili. Il maschio con disfunzioni erettili ha un'eta' media al primo controllo che e' passata dai 38 anni del 1975 ai 52 di oggi; per quanto riguarda la professione, impiegati e operai rappresentano l'86 per cento dei pazienti (erano il 75 per cento). Nell'80 per cento dei casi si tratta di persone sposate, con una durata media del sintomo impotenza che 10-15 anni fa era di 2-3 anni, mentre nell'ultimo quinquennio e' di 6 mesi. Nei primi 10 anni la richiesta di consultazione per impotenza era fatta dal paziente che veniva in ambulatorio da solo; poi e' andata sempre aumentando la partecipazione della partner ai problemi di insufficienza erettiva nel maschio''. (segue)

(Ria/As/Adnkronos)