INFARTO: A RISCHIO INFERMIERE PER LAVORO NOTTURNO DI EQUIPE
INFARTO: A RISCHIO INFERMIERE PER LAVORO NOTTURNO DI EQUIPE

Dallas, 4 dic. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Le infermiere che lavorano in equipe con orari irregolari presentano rischi maggiori, fino al 70% in piu', di essere oggetto di attacchi cardiaci. E' quanto sostiene un vasto studio della Harvard Medical School, che verra' pubblicato dalla rivista ''Circulation''.

''Il lavoro d'equipe costituisce uno stress che turba l'orologio biologico dell'organismo'' sottolineano gli autori che hanno seguito, a partire dal 1976, una coorte di 121.000 infermiere di eta' compresa tra i 33 e i 55 anni e che non presentavano all'inizio alcuna patologia cardiovascolare. Il 59% di queste infermiere lavorava in equipe con turni di notte almeno 3 volte al mese.

Dopo avere calcolato l'incidenza di diverse variabili (tabagismo, colesterolo, ipertensione, obesita', alcool, ecc.) gli autori hanno constatato un aumento del rischio di attacco cardiaco fino al 70% nelle donne che avevano lavorato almeno 6 anni in equipe con turnazioni. Il rischio e' risultato particolarmente elevato nelle infermiere ancora impegnate alla fine dello studio.

Questi risultati confermano quelli pubblicati nel 1986 da ricercatori svedesi sul ''Lancet'' e che riguardavano uno studio condotto sugli operai di una cartiera. In quel caso l'aumento del rischio era dell'80% per chi lavorava in equipe.

(Sal/Gs/Adnkronos)