PARCHI: SIAMO I PIU' BRAVI IN EUROPA, PAROLA DEL MINISTRO
PARCHI: SIAMO I PIU' BRAVI IN EUROPA, PAROLA DEL MINISTRO
''PROTETTO'' OLTRE UN MILIONE DI ETTARI

Roma, 4 dic. - (Adnkronos) - Belpaese sempre piu' protetto. In quattro anni, la superficie dei parchi nazionali e' passata dai 273 mila ettari del '91 a un milione e 230 mila ettari nel '95, che corrispondono al 4,1 pc della superficie totale del Paese. Se si aggiungono le aree protette regionali (tra parchi e riserve, il totale e' di 247, per un'estensione di 681 mila ettari), si arriva a quasi due milioni di ettari, e cioe' al 6,6 pc della superficie totale. ''In itinere'' ci sono poi altre 124 aree protette, che si estendono per 376 mila ettari: quando il percorso sara' concluso, si arrivera' a due milioni e 355 mila ettari di Belpaese protetto (7,8 pc). Cifre, queste, che consentono all'Italia di conquistare il primo posto in Europa in materia di aree protette. Parola del ministro dell'Ambiente, Paolo Baratta, che alla vigilia del quarto compleanno della legge quadro (il 6 dicembre) festeggia con orgoglio i risultati raggiunti.

''La legge -commenta- e' stata sostanzialmente attuata, con ampi margini di soddisfazione. Tranne due, l'Arcipelago Toscano e il Gennargentu, tutte le aree protette nazionali sono state istituite con leggi proprie e sono stati completati gli iter burocratici per l'istituzione degli organismi di gestione. Inoltre, e' stata raggiunta l'intesa per il parco della Maddalena, e ora servono i soldi per finanziarlo, e sta per essere istituita la Riserva naturale del Litorale romano (16 mila ettari). Ancora vivace resta invece la discussione sul parco del Delta del Po: sono convinto che la soluzione migliore sia quella del parco interregionale, contro la proposta alternativa che prevede la creazione di due parchi regionali''. (segue)

(Arc/Zn/Adnkronos)