CONCORDATO: PLAIJA (SALFI), LO SCIOPERO NON SI FERMA
CONCORDATO: PLAIJA (SALFI), LO SCIOPERO NON SI FERMA

Torino, 4 dic. (Adnkronos)- ''Ci battiamo perche' l'amministrazione finanziaria svolga i suoi compiti istituzionali, per la valorizzazione delle professionalita', perche' la lotta all'evasione diventi un fatto concreto e non solo evocato e soprattutto per ribadire la funzione primaria dell'amministrazione finanziaria che e' una funzione prettamente pubblica e deve essere quindi svicolata da rapporto privatistici come quello previsto dal pacchetto legge 29 del '93. Non credo quindi che potremo accettare l'invito rivoltoci dal ministro''.

Cosi' il segretario generale del Salfi, sindacato autonomo dei lavoratori finanziari, Renato Plaja, rimanda al mittente, l'invito formulato stamani dal ministro delle Finanze Augusto Fantozzi per una revoca dello sciopero del 14 dicembre. ''Ne parleremo ancora domani nel nostro consiglio nazionale -precisa il segretario del Salfi- ma credo che non potremo fermarci''.

Il sindacalista ha anche ricordato le tensioni presenti nel personale per la mancata perequazione del trattamento economico tra i dipendenti dei dipartimenti delle entrate e quelli delle dogane. E la necessita' di una piu' produttiva politica del personale per meglio valorizzarne compiti e funzioni.

(Bdp/Pe/Adnkronos)