FISCO: EVASIONE ACCERTATA, POCHE LIRE ENTRANO NELLE CASSE
FISCO: EVASIONE ACCERTATA, POCHE LIRE ENTRANO NELLE CASSE
NEL '94 RISCOSSE 3,2 LIRE OGNI 100 DI IVA EVASA ACCERTATA

Roma 4 dic. -(Adnkronos)- Per ogni 100 lire di evasione accertata il fisco ne riscuote solo 3,2 lire, se si tratta di Iva. Una percentuale che sale al 6,6 per cento se si considerano le imposte indirette nel loro complesso e al 15,5 per cento per le imposte dirette per una media complessiva dell'11,9 per cento. E' quanto emerge -apprende l'Adnkronos- dalle entrate relative ai ruoli nel '94, quando, su una maggiore imposta accertata di circa 20.000 miliardi sono stati incassati 2.330 miliardi.

Il fisco, quindi, ogni anno accerta maggiori imposte evase per migliaia di miliardi, ma poi non riesce a riscuoterli. L'85 per cento degli accertamenti infatti viene impugnato dai contribuenti e va ad alimentare un gigantesco contenzioso (nel '94 era gia' di 80.000 miliardi) che dura in media 10 anni e alla fine del quale, nella maggior parte dei casi, chi perde e' proprio l'amministrazione finanziaria. Il tutto genera una ingente mole di crediti inesigibili con il fisco costretto a rimborsare i concessionari della riscossione che hanno anticipato i versamenti relativi ai ruoli. (segue)

(Ric/Zn/Adnkronos)