ELEZIONI: LA MALFA, SI CERCHI INTESA IN QUESTA LEGISLATURA O...
ELEZIONI: LA MALFA, SI CERCHI INTESA IN QUESTA LEGISLATURA O...
CENTRO SINISTRA PROSEGUA DA SOLO CON DINI

Roma, 4 Dic. (Adnkronos) - ''Desta molta preoccupazione in Europa, e dovrebbe destarne almeno altrettanta qui da noi che la moneta unica europea parta senza l'Italia. Credo si debba tentare di assicurare in questa legislatura una solida base per l'ingresso in Europa: il centro sinistra e il centro destra cerchino un terreno comune di dialogo perche' le elezioni in questa situazione confusa sarebbero un errore, indipendentemente dal semestre UE''. E' la linea di Giorgio La Malfa espressa in una conferenza stampa del Partito liberaldemocratico e riformatore europeo in previsione del semestre di presidenza italiana UE, oggetto anche di un incontro della delegazione con Lamberto Dini.

La Malfa sollecita quindi ''una intesa su un programma economico e istituzionale''. ''Se il centro destra non ci sta - aggiunge - spetta al centro sinistra continuare ad impostare anche la parte successiva del risanamento''. Infatti ''il Presidente Dini ha detto che senza uno sforzo aggiuntivo difficile, ma non impossibile, l'Italia non arrivera' in tempo alla moneta unica europea che parte nel gennaipo 1999''. Elezioni in queste condizioni ''rischiano di consegnarci un Parlamento ancora piu' debole di questo''. Tanto piu che, a suo giudizio, ''non ci sono i numeri'' per far cadere Dini con una mozione di sfiducia. ''Si mettano insieme Fini, Berlusconi e Bertinotti - li sfida - e facciano cadere il governo. Credo pero' che la mozione non passerebbe''.

A D'Alema, La Malfa manda a dire che ''le verifiche si fanno in Parlamento o le fa il Capo dello Stato nei suoi colloqui''. Trasformi allora la sua richiesta in questo senso. ''Se invece il centro sinistra ha maturato l'idea che con un programma si guadagna il semestre UE, allora ben venga la verifica di Dini che muta la sua maggioranza implicita in una maggioranza esplicita''.

(Cor/Zn/Adnkronos)