FINANZIARIA: LIOTTA (FI) CHIEDE UN'INTESA PER RISPETTARE I TEMPI
FINANZIARIA: LIOTTA (FI) CHIEDE UN'INTESA PER RISPETTARE I TEMPI
PRESENTATI CIRCA 5.000 EMENDAMENTI

Roma, 4 dic. (Adnkronos) - Occorre una intesa per selezionare gli emendamenti e concentrarsi su quelli piu' importanti. A sottolinearlo e' il relatore al collegato Silvio Liotta che lancia l'allarme 'tempi' e fa una proposta per superare l'ostacolo rappresentato dalla valanga di emendamenti presentati a ddl collegato, finanziaria e bilancio. In tutto circa 5.000, che comunque potrebbero ridursi alla meta' dopo la scrematura che gli uffici tecnici della commissione stanno facendo sulla ammissibilita'. ''Una intesa -ha sottolineato Liotta- va raggiunta per forza. Altrimenti il relatore fara' un aproposta complessiva e chiamera' la commissione a votarla''.

Liotta comunque e' fiducioso e si e' dice certo che il ruolino di marcia sara' rispettato ed entro sabato prossimo la commissione licenziera' i provvedimenti per consentire all'aula di iniziare l'esame a partire dal lunedi successivo: ''Entrambi i poli -ha detto- concordano sulla necessita' di approvare la manovra, anche per consentire a Dini di rassegnare le dimissioni. Nessuno -ha aggiunto- ha interesse a creare una situazione di sconquasso''.

Ad elevare il numero delle proposte di modifica ha contribuito anche l'esecutivo che ha presentato circa 50 emendamenti principalmente di carattere tecnico. La parte del leone l'ha fatta comunque il gruppo progressita con 798 emendamenti, seguito da Rifondazione Comunista con 616. An con 612, Lega Nord con 588, Forza Italia con 532, Ccd con 408, Fld con 194. Chiudono la classifica i democratici con 36 emendamenti, preceduti dal gruppo misto con 95 , il Ppi con 122 e i Comunisti Unitari con 167. Infine 144 emendamenti sono stati presentati dalle altre commissioni. (segue)

(Ric/Pe/Adnkronos)