UE: PSE DA DINI, ELEZIONI ITALIANE ELEMENTO DI DISTURBO
UE: PSE DA DINI, ELEZIONI ITALIANE ELEMENTO DI DISTURBO

Roma, 4 dic. (Adnkronos) - ''Le elezioni italiane potrebbero essere un elemento di disturbo sull'agenda dell'Unione europea''. Pauline Green, capogruppo del Partito socialista europeo, e' in visita in Italia, accompagnata da una delegazione del Pse, in concomitanza con il cambio della guardia ai vertici dell'Unione Europea. Un'occasione per incontrare Dini (dal quale e' stata ricevuta questa mattina), i sottosegretari al ministero del Tesoro Giarda e al Lavoro Liso e per ribadire l'attenzione con la quale l'Europa guarda al futuro impegno italiano. La visita proseguira' anche domani in un incontro con il ministro del Bilancio Masera e i rappresentanti dei gruppi parlamentari del centro sinistra. Inevitabilmente le dichiarazioni di Pauline Green sul processo dell'Unione europea si sovrappongono alle elezioni politiche. ''Sappiamo che in Italia potrebbero esserci le elezioni anticipate, sulle queli non vogliamo intervenire e sulle quali decidera' il vostro presidente della Repubblica''.

''Il presidente Dini ci ha assicurato che in alcun modo le eventuali elezioni interferiranno con l'agenda dei lavori della Ue. Tuttavia non si puo' fare a meno di ricordare che gia' in Francia e in Germania il tema dell'unificazione europea e' stato uno degli argomenti di scontro nelle elezioni che si sono svolte in Francia e in Germania''. Un argomento, lascia capire la capogruppo del Pse, che non deve essere usato come arma di pressione propagandistica. Una soluzione ci sarebbe: ''non riesco a capire perche' -aggiunge- in casi di consultazioni generali, non si possa cambiare l'ordine delle presidenze. Spero che in futuro anche questo aspetto si possa risolvere con un accordo tra i partner europei''. (segue)

(Ruf/Zn/Adnkronos)