LEOPARDI: VOLEVA SCRIVERE UN ROMANZO AUTOBIOGRAFICO
LEOPARDI: VOLEVA SCRIVERE UN ROMANZO AUTOBIOGRAFICO
STUDIOSO TROVA LE 'PROVE' NEI BROGLIACCI GIOVANILI

Roma, 15 dic. (Adnkronos) - Ispirandosi a ''I dolori del giovane Werther'' di Wolfgang Goethe e alle ''Ultime lettere di Jacopo Ortis'' di Ugo Foscolo, Giacomo Leopardi accarezzo' fin dal 1817, e poi almeno fino al '25, il progetto di scrivere un'opera autobiografica in prosa. Le ''prove'' della volonta' del grande poeta di cimentarsi con il romanzo sono state ''scoperte '' dallo storico della letteratura italiana Franco D'Intino, docente all'universita' di Birmingham, in Gran Bretagna, realizzando la prima edizione critica di alcuni scritti giovanili minori. L'ipotesi, che ha approfondito alcune delle intuizioni di uno studio di fine Ottocento pressoche' trascurato dalla critica, e' illustrata nella lunga introduzione che precede il volume ''Scritti e frammenti autobiografici'' di Leopardi curato da D'Intino per i tipi della casa editrice Salerno.

Secondo le ricerche dello studioso il romanzo a cui pensava il Recanatese sarebbe stato assai simile in molti aspetti a quelli di Goethe e Foscolo, ma a differenza delle loro due celebri opere il protagonista non sarebbe morto suicida ma di malattia. Le tracce piu' evidenti del desiderio di sperimentare la strada del romanzo il professor D'Intino le ha individuate nello scritto noto con il titolo ''Ricordi d'infanzia e di adolescenza'', che ripropone nell'originale titolazione leopardiana ''Vita abbozzata di Silvio Sarno''.

Dal brogliaccio di appunti sparsi, raccolti tra il marzo e il maggio 1819 in vista della stesura di un romanzo biografico, emerge che Leopardi avrebbe voluto chiamare il suo protagonista proprio Silvio Sarno raccontando delle sue difficili condizioni di vita e delle sue complesse vicende amorose. Fra i motivi che verso il '25 sarebbero stati decisivi per far desistere l'autore di tanti celebri poesie, D'Intino pone innanzitutto ''il pudore di Leopardi di mettere su carta pensieri e sensazioni intime, soprattutto in assenza di una consolidata tradizione italiana in tema di romanzo autobiografico''.

(Pam/As/Adnkronos)