144: NO AI BANDITI DEI SERVIZI TELEFONICI (2)
144: NO AI BANDITI DEI SERVIZI TELEFONICI (2)

(Adnkronos) - ''Negli Stati Uniti, in Inghilterra ed in tanti altri paesi -dice Scavone- il 144 funziona da almeno dieci anni con un regolamento preciso che non ammette equivoci e furbizie. E' giusto che altrettanto si faccia in Italia, Anche noi abbiamo bisogno di regole precise e non certo di far chiudere indiscriminatamente aziende sane che nulla hanno a che vedere con servizi erotici o equivoci. Le attuali regole, evidentemente, non sono sufficienti. Detto questo mi sembra un delitto economico e sociale far chiudere 150 aziende con circa 6 mila dipendenti e oltre 250 miliardi di fatturato per colpa di due o tre banditi. Se c'e' qualche barista che vende alcolici ai minori dobbiamo chiudere tutti i bar d'Italia? Ricordo che nelle nostre aziende il 95 per cento delle telefonate riguarda la cartomanzia e il resto servizi informativi per aziende ed operatori privati. Nulla di erotico o di illegale.

Nelle ultime ore il mercato delle normali telefonate ai 144 e' crollato del 70 per cento circa ed e' in ballo la sopravvivenza stessa delle nostre societa'. Soltanto io, ho qualcosa come 400 dipendenti. Da noi i controlli interni della Telecom e del Ministero delle Poste e Telecomunicazioni sono continui e rigorosissimi. Inoltre non sono per niente soddisfatto dei pareri espressi ieri al Senato da coloro che vorrebbero interrompere l'offerta a tutti i cittadini di collegamento con gli 144 salvo una apposita richiesta degli interessati''.

(Sgz/As/Adnkronos)