BOUNTY: NELLA 'RETE' DI INTERNET ANCHE PITCAIRN
BOUNTY: NELLA 'RETE' DI INTERNET ANCHE PITCAIRN

Roma, 15 dic. (Adnkronos)- Incredibile Internet, ha catturato anche l'isola degli ammutinati del Bounty. In uno dei milioni di siti che compongono il vasto mondo virtuale della rete delle reti appare infatti anche la ''Pitcairn Island Home Page'', corrispettivo elettronico del punto perso nel Pacifico dove Fletcher Christian ed i suoi approdarono per fuggire dalla vendetta dell'odiato capitano Bligh, abbandonato su una scialuppa in mezzo all'oceano dopo l'ammutinamento piu' celebre della storia. Pitcairn ha oggi 50 abitanti, tutti discendenti da 6 dei 14 dei marinai ammutinati, tra cui Christian, ed e' uno dei punti del mondo piu' difficili da raggiungere.

Non per la terribile Internet, naturalmente: il ''sito'' elettronico svela tutti i misteri dell'isoletta, compreso il numero esatto, e aggiornato, dei suoi abitanti, con dati anagrafici e ascendenze varie. Girovagando tra le pagine elettroniche e' possibile dare uno sguardo agli abitanti di oggi, fotografati singolarmente o in gruppo (da notare la foto di due bambini che giocano sull'ancora del Bounty), percorrere alcuni sentieri dell'isola, dare un'occhiata agli ultimi articoli dell'unico giornale locale, il ''Pitcairn Miscellany'' (un mensile che ha oltre mille abbonati nel mondo), e addirittura fare shopping. Tre degli abitanti hanno infatti ereditato ''l'attivita''' dal loro antenato Warren, l'unico che sapeva intagliare il legno, e commercializzano riproduzioni della nave, di animali marini e terrestri ed altro. Magari un'idea per Natale, pero' quello prossimo: qualsiasi cosa in uscita dall'isola impiega dai 3 ai 6 mesi per arrivare nel resto del mondo. L'indirizzo elettronico del sito e' ''http://wavewfront.wavefront.com/~pjlareau/pitcmall.html''.

(Pab/As/Adnkronos)