GIOVANI: INDIPENDENTI MA NON TROPPO
GIOVANI: INDIPENDENTI MA NON TROPPO
MOLTI I DUBBI SUL FUTURO

Roma 15 dic. (Adnkronos)- Indipendenti ma non troppo. I giovani liberi, autonomi e responsabili nelle loro scelte, sia scolastiche che lavorative, chiedono il parere e il giudizio a mamma e papa' considerati, di fatto, ''buoni consiglieri''. A rivelarlo sono i risultati di una ricerca compiuta dall'Istituto Iard su oltre 1.400 giovani milanesi prima della maturita' e sulle loro famiglie di fronte alle ''scelte cruciali''.

Quasi la meta' dei ragazzi, infatti, sia di quelli che hanno deciso di proseguire gli studi che quelli orientati al lavoro, confessano di essere stato influenzato ''piu' o meno direttamente'' da altri, soprattutto i genitori. Tuttavia, a pochi mesi dalla scelta (la ricerca si e' svolta tra marzo e aprile '95) grosso modo un terzo dei ragazzi e delle ragazze mostra segni di incertezza di fronte al dilemma : continuare a studiare o andare a lavorare. L'incertezza cresce man mano che si scende nella scala sociale (15,7 per cento di incerti nella classe piu' alta, 51 per cento nella classe piu' alta). Incertezze sono legate anche alle scelte specifiche di studio o lavoro. Quasi la meta' (44,2 per cento) oscilla ancora tra una pluralita' di scelte possibili: quale facolta', quale lavoro? solo i maschi che intendono lavorare sembrano avere le idee un po' piu' chiere (36,5 per cento di incerti, rispetto al 53,2 delle femmine).(segue)

(Ste/As/Adnkronos)