RIZZOLI: ASR CHIEDE SCIOPERO CATEGORIA A SOSTEGNO VERTENZA
RIZZOLI: ASR CHIEDE SCIOPERO CATEGORIA A SOSTEGNO VERTENZA

Roma, 15 dic. (Adnkronos) - ''La vertenza Rizzoli, per la sua drammaticita' e per i problemi che solleva, si e' trasformata in una partita di importanza geneale, che coinvolge tutta la categoria''. E' quanto si legge in un comunicato dell'Associazione Stampa Romana, nel quale si sottolinea: ''L'azienda punta pervicacemente all'uso della cassa integrazione. A nulla e' valsa la disponibilita' dei colleghi della Rizzoli e del sindacato a realizzare tutte le iniziative per ottenere subito risparmi certi e quantificabili, ma salvando il lavoro: mobilita', blocco del turn over, part time, contratti di solidarieta', perfino di prepensionamenti. Nulla e' servito, perche' la volonta' dell'azienda, ribadita al tavolo del negoziato, e' di utilizzare la cassa integrazione ''anche'' per avere le mani libere, in una posizione di forza, nel rapporto con i giornalisti''.

''E' una posizione inaccettabile -rileva l'Asr- che proviene da un editore sottoposto a indagini da parte della magistratura, e che rivela la volonta' degli editori di snobbare e minimizzare gli strumenti per salvare l'occupazione previsti nel contratto di lavoro firmato appena qualche settimana fa nello spirito dell'accordo sul costo del lavoro del 1993, accordo che la delegazione della Fieg, guidata proprio da un rappresentante della Rcs, ha considerato pregiudiziale a ogni passo in avanti''.

''E' un attacco gravissimo a tutta la categoria -conclude il comunicato della Asr- e che non deve passare: sarebbe il precedente che farebbe scuola nelle vertenze che gia' si preparano. Per questo la Asr invita il ministro del Lavoro, Tiziano Treu, a intervenire a nome del governo echiede alla Fnsi di proclamare, a sostegno della vertenza Rizzoli, uno sciopero generale della categoria''.

(Com/As/Adnkronos)