MINISTRI: I PIU' RICCHI DEL PALAZZO (2)
MINISTRI: I PIU' RICCHI DEL PALAZZO (2)

(Adnkronos) - Nella fascia di reddito tra 500 e 600 milioni troviamo un gruppo di ministri guidato da Rainer Masera, titolare del Bilancio e di professione amministratore delegato dell'Imi, che dichiara 586 milioni di guadagni. Un po' meno, 551 milioni, e' la denuncia del sottosegretario per i Rapporti col Parlamento Guglielmo Negri, per 30 funzionario parlamentare e consigliere di Stato dal 1985. In buona posizione, con 533 milioni, era collocato l'ex ministro della Giustizia Filippo Mancuso, in pensione come magistrato dal 1992. Poco piu' elevato e' il reddito del ministro dell'Industria Alberto Clo': 538 milioni di cui circa 50 da dividendi, anche se le azioni Ina e Pirelli in suo possesso hanno perso valore nell'anno della dichiarazione. 506 milioni e' invece il reddito dichiarato dal ministro del Lavoro Tiziano Treu.

Il ministro della Pubblica istruzione Giancarlo Lombardi, industriale tessile, e' a quota 410 milioni, mentre il giovane titolare della Funzione pubblica Franco Frattini, consigliere di Stato, ha dichiarato 354 milioni. Seguono il professor Giovanni Caravale (Trasporti) con 215 milioni, Giovanni Motzo (Riforme istituzionali) con 211 milioni, Adriano Ossicini (Famiglia) con 207 milioni, il ministro dell'Interno Rinaldo Coronas con 179 milioni, Elio Guzzanti (Sanita') 154 milioni, Giorgio Salvini (Universita') 137 milioni, Walter Luchetti (Risorse agricole) 132 milioni, il generale Domenico Corcione (Difesa) 113 milioni. Il piu' ''povero'' e' Paolo Baratta, che nel 1993 e' stato ministro dei governi Amato e Ciampi, e ha presentato una dichiarazione dei redditi con un imponibile di appena 69 milioni. (segue)

(Lio/Pn/Adnkronos)