PENA DI MORTE: RUTELLI APRE CONGRESSO NESSUNO TOCCHI CAINO
PENA DI MORTE: RUTELLI APRE CONGRESSO NESSUNO TOCCHI CAINO

Roma, 15 dic. -(Adnkronos)- Il sindaco di Roma Francesco Rutelli ha inaugurato i lavori del primo Congresso internazionale di ''Nessuno tocchi Caino'', la lega di parlamentari e cittadini per l'abolizione della pena di morte nel mondo entro il 2000. ''Sono venuto a dichiarare l'impegno della citta' di Roma e mio personale nella lotta per l'abolizione della pena di morte'', ha detto Rutelli, ricordando di essere stato uno dei promotori della prima mozione per l'abolizione della pena capitale dal codice militare italiano. ''Nessun uomo puo' avere il diritto di togliere la vita ad un altro uomo: e' sacrosantamente importante, non si puo' giustiziare legalemnte i propri fratelli -ha continuato Rutelli- e in occasione del Giubileo che vedra' Roma protagonista nel 2000 come citta' di fede, voglio riproporre l'obiettivo di realizzare la moratoria presso le Nazioni Unite per la sospensione della pena capitale''.

Il congresso, che lancia anche la campagna ''10 paesi, 100 citta' e 100mila firme per l'abolizione della pena di morte'', vede protagonisti personalita' internazionali come la signora Nadia Younes, direttore dell'ufficio delle Nazioni Unite in Italia. ''La campagna di Nessuno tocchi Caino e' un contributo importante al lavoro dell'Onu, che ha cominciato a combattere contro la pena di morte dal 1968 -ha dichiarato la Younes- e recentemente molti di voi hanno lavorato duramente per l'approvazione della moratoria sulla sospensione delle esecuzioni che per pochi voti (36 contro 44, con 74 astensioni) non e' passata all'Assemblea Generale''. A sovrintedere i lavori il segretario della lega Nessuno tocchi Caino, Sergio D'Elia, che ha evidenziato come obiettivo del congresso l'approvazione della moratoria che verra' riproposta il prossimo anno all'Onu.

(Giz/Pn/Adnkronos)